A San Lazzaro di Savena è in corso un progetto pilota di desigillazione, in via Speranza. L’area, di 17mila metri quadrati e che ospitava dei magazzini comunali e un centro di raccolta rifiuti, è in corso di rinaturalizzazione per 12mila metri quadri, con un recupero netto a verde di almeno 2.500 metri quadri, nell’ambito di un’operazione pubblico-privata che vedrà sorgere un concept-store e un locale di ristorazione di Alce Nero, all’interno di un parco pubblico fluviale nei pressi del torrente Savena. L’intervento rientra nel progetto SOS4Life e tra i risultati attesi vi è anche quello di collegare il centro della cittadina alla stazione ferroviaria con un percorso ciclopedonale.

Il cantiere di demolizione ha visto anche una grande attenzione al riuso e al riciclaggio dei materiali, con 6.000 metri cubi di materiale inerte classificato, utilizzato per armonizzare le cavità lasciate dalle bonifiche e, in parte, per l’edificazione.