L’eco-quartiere Ginko si trova a nord del centro storico di Bordeaux, nella zona che affaccia l’Oceano Atlantico. In passato quest’area era paludosa e soggetta a inondazioni, che impedivano qualsiasi costruzione e ostacolavano lo sviluppo economico della città.
Già nel 1958, il comune di Bordeaux divenne proprietario di 1.000 ettari in questo quadrante, con l’obiettivo di sviluppare e riequilibrare la città. Negli anni ’60 fu costruito un lago artificiale di 160 ettari, pensato per fermare le alluvioni e rendere abitabile questo spazio. In questo contesto, e quindi a fianco a questa zona chiamata Bordeaux-Lac, è nato il quartiere Ginko, progettato nel 2006 da Bouygues Immobilier, firma vincitrice del progetto di sviluppo pubblico “ZAC de la berge du lac”.
Una delle sfide principali era quello di inserire un’urbanizzazione attenta all’ambiente ed ai temi sociali laddove erano presenti un centro commerciale, il centro fieristico e congressi, abitazioni, e negozi.
Nel luglio 2010 è iniziata la costruzione delle prime parti del nuovo quartiere, mentre la rete di
riscaldamento è stata attivata nel giugno 2012.
L’area ruota attorno ad un efficiente sistema di trasporti (tram ed autobus) e offre numerose opzioni di mobilità sostenibile (piste ciclabili, percorsi pedonali), ma al tempo stesso favorisce la biodiversità in ambito urbano, grazie agli ampi spazi verdi. L’aspetto naturalistico valorizza, in particolare, le sponde del lago con una passeggiata all’interno dell’area adibita a giardino. Gli edifici sono dotati di impianti per il trattamento ed il riutilizzo dell’acqua piovana, oltre che ad appositi spazi per il riciclo dei rifiuti.
L’aspetto sociale è stato affrontato con lo sviluppo di un mix sociale, offrendo alloggi economicamente accessibili a quante più persone possibile. Nel 2020 sono state consegnate le ultime case e l’intera area è stata completata.