I parchi urbani, giardini e orti botanici svolgono un ruolo cruciale nel contrasto all’effetto isola di calore nelle città. Una revisione completa della ricerca sugli effetti di mitigazione del calore degli spazi verdi durante le ondate di caldo da parte del Global Centre for Clean Air Research (GCCAR), nel Regno Unito, ha analizzato quali sono quelli più efficaci. Questa particolare ricerca ha scoperto che siti come il Chelsea Physic Garden e i Royal Botanic Gardens di Kew a Londra, o i Gardens by the Bay a Singapore, riducono la temperatura dell’aria durante le ondate di caldo di una media di 5°C rispetto alle strade cittadine circostanti.

Effetto di raffreddamento medio

  • Giardini botanici: -5,0°C
  • Zone umide: -4,7°C
  • Giardini pluviali: -4,5°C
  • Pareti verdi: -4,1°C
  • Alberi lungo le strade: -3,8°C
  • Fattorie urbane: -3,5°C
  • Parchi: -3,2°C
  • Campi da gioco: -2,9°C

I parchi urbani e le zone umide hanno un effetto simile, e si è scoperto che anche i giardini verticale, i viali alberati e i parchi giochi mitigano significativamente le temperature. Questo studio fornisce il quadro più completo finora di quanto siano efficaci interventi di implementazione di infrastrutture blu e verdi negli ambienti urbani. I fattori locali giocano un ruolo importante, ma in generale l’analisi ha rilevato che più grande è il parco, maggiore è l’effetto di raffreddamento, almeno fino a un certo punto. Si è inoltre scoperto che le città possono ottenere maggiori vantaggi collegando insieme gli spazi verdi in corridoi verdi