Alluvioni nel mondo: il caso del Perù

In seguito alle piogge record hanno causato danni da 3 miliardi di dollari, il Perù deve costruire infrastrutture per prepararsi ad eventuali eventi climatici più estremi in futuro.

Un evento di estrema intensità ha infatti colpito il Perù nel marzo 2017 con livelli di pioggia dieci volte superiore alla media, considerando che l’evento maggiore ha colpito più di un milione di persone di cui oltre 100 vittime. Ciò che si è rilevato dopo questa esperienza è che il Paese  è poco preparato ad eventi estremi, a parte quelli di una tale brutalità che hanno danneggiato completamente le infrastrutture, la sua disordinata e informale crescita e la sua pianificazione urbanistica spesso inesistente.

 

fonte:The Guardian Credits:Ernesto Benavides/AFP/Getty

Le Nazioni Unite hanno anche avvertito che il Perù deve investire in sistemi di avvertimento e garantire ai suoi cittadini di comprendere meglio i rischi di tali disastri.

“Questo è un evento singolare su larga scala che deve essere visto nel contesto di un pianeta che scalda, dove gli episodi di variabilità meteo estrema stanno diventando più evidenti”, afferma Robert Glasser, rappresentante speciale del Segretario generale per i rischi . Se dobbiamo riuscire a prevenire disastri come questo, e per ridurre le perdite di catastrofe, allora bisogna assicurare che ci sia una comprensione molto più ampia della natura del rischio nella società. Ciò include una migliore comprensione degli impatti del cambiamento climatico e come essa altera i modelli atmosferici locali “.

La ricostruzione per le aree colpite costa circa 9 miliardi di dollari. La prima fase riguarda la ricostruzione immediata,  la seconda, la fase più lunga prevederebbe la costruzione di infrastrutture più resilienti, in grado di affrontare la probabilità di eventi climatici più imprevedibili ed estremi.

2017-05-30T14:02:25+00:00 18 giugno 2015|Cambiamenti Climatici, Dissesto, News|